DIDATTICA A DISTANZA: NON FACCIAMOCI FREGARE…

DIDATTICA A DISTANZA: NON FACCIAMOCI FREGARE…

In linea teorica, dal prossimo 4 maggio dovrebbero partire le prestazioni “a distanza”, anche se è evidente che il caos regni sovrano. Ci giungono segnalazioni da parte di colleghe e colleghi cui le cooperative propongono di prendere servizio con orari inferiori rispetto a quelli dei contratti stipulati. Allo stato attuale, non è nemmeno chiaro se la ripresa del lavoro, anche con forti riduzioni, comporti la perdita del diritto agli ammortizzatori sociali, per cui, nel rammentare che si tratta di una palese violazione dei nostri diritti, forniamo alle lavoratrici ed ai lavoratori il testo della lettera da inviare alle cooperative prima di prendere servizio.
La nostra indicazione è quella di inviare immediatamente la lettera, di prendere comunque servizio secondo le disposizioni della cooperativa e, nel caso non venissero retribuite tutte le ore del contratto, si procederà ad intentare le cause di lavoro, per cui mettiamo a disposizione la necessaria assistenza legale. Come sempre, ogni lavoratrice ed ogni lavoratore può contare sul pieno sostegno del Comitato. Non ci ferma più nessuno.

 

Spett.le Cooperativa,

con riferimento alla Vostra comunicazione di prendere servizio in data ……… in modalità telelavoro per …. ore settimanali, nel confermarVi che da detta data sono a disposizione per svolgere la mia attività lavorativa, considerato che il mio orario è di …. ore settimanali, Vi comunico, per quanto occorre, che questa disponibilità non equivale ad una accettazione di riduzione dell’orario di lavoro e che, pertanto, indipendentemente dal numero di ore lavorate, la mia retribuzione dovrà essere corrispondente al mio orario contrattuale, quindi a …. ore. Chiedo quindi di conoscere se la retribuzione per le …. ore settimanali per le quali non è richiesta la mia prestazione resteranno a totale carico della cooperativa o se per le stesse verranno attivati i cd. Ammortizzatori sociali.
Colgo l’occasione per comunicarVi che nulla mi è stato ancora corrisposto per il mese di marzo e aprile, né ho ricevuto comunicazioni al riguardo. Pertanto, anche con riferimento alle mensilità di questi ultimi due mesi, chiedo di conoscere se siano stati attivati i cd. ammortizzatori sociali o se l’intera retribuzione verrà corrisposta dalla Cooperativa e, in ogni caso, i tempi previsti per la liquidazione.
Certi che consideriate le comprensibili difficoltà economiche che questi ritardi in uno con lo stato di incertezza stanno provocando a me e alla mia famiglia, confido in una celere risposta.

Distinti Saluti,

(Nome e Cognome)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto